Anello tre fiori

396,00

Anello tre fiori

Anello in oro bianco con diamanti. Il prodotto è  realizzato a mano, in oro bianco rodiato su cui sono montati tre diamanti di taglio brillante con caratura totale di CT, colore , purezza. Il gioiello è disponibile nella misura n. , ma è possibile, su richiesta, regolarlo dalla misura 8 fino alle 25.

Svuota

Descrizione

Anello tre fiori

Anello in oro bianco con diamanti. Il prodotto è  realizzato a mano, in oro bianco rodiato su cui sono montati tre diamanti di taglio brillante con caratura totale di CT, colore , purezza. Il gioiello è disponibile subito nella misura n. 15, ma è possibile, su richiesta, regolarlo dalla misura 8 fino alle 25.  Nell’eventualità si desiderasse realizzare una misura non disponibile, contattaci, cercheremo di venire incontro alle tue esigenze.

Se non hai mai acquistato un diamante, ti proponiamo una brave guida per iniziare a scoprire il vastissimo mondo che racchiude una pietra così piccola

I diamanti sono delle pietre naturali che si creano nelle viscere della Terra a seguito di una modificazione cristallizzata del carbonio puro. Il loro valore viene stimato con la regola delle” 4 C ” ovvero  ” Cut – Color – Clarity – Carat “, nell’ordine Taglio – Colore – Purezza – Carati.

TAGLIO – CUT

Il taglio dei diamanti grezzi è un’operazione molto delicata e difficile, ed eventuali errori porterebbero alla perdita di notevoli somme di denaro. La forma più comune di taglio del diamante è quella rotonda, ovvero il taglio brillante, con questo termine si identifica un taglio rotondo con minimo 57 faccette, a cui si aggiunge una tavola inferiore (non sempre esistente).

Altri tipi di taglio, tra i più conosciuti e diffusi sono: il taglio a cuore, a ovale,  a marquise o navette, huit-huit, a goccia, a smeraldo, a carré, a baguette, a trapezio, a rosa olandese, a rosetta (ormai in disuso). Da ricordare altri tagli più recenti che si stanno piano piano affermando nel campo della gioielleria: il princess, il radiant, il barion ed il cushion.

COLORE – COLOR

Il colore è la prima caratteristica che risalta all’occhio quando si parla di diamanti, ma non tutti i diamanti hanno la stessa sfumatura di bianco. I colori vanno dal bianco extra eccezionale al giallo e, vengo rappresentati con delle lettere, cioè dalla lettera D (massimo del bianco) alla lettera Z (massimo del giallo), tutte le lettere comprese tra D e Z sono sfumature di bianco che gradualmente comincia a diventare giallo. Sono inoltre presenti ulteriori colorazioni che nella scala del colore sono rappresentate con la sigla Z+ che rappresenta i colori fantasia ovvero i colori che non sono gialli.  Le colorazioni più utilizzate sono la F e la G ovvero il color bianco extra+ e il color bianco entra; è ovvio che più un diamante è bianco più è alto il suo prezzo e il suo valore.

Di seguito riportiamo le prime posizioni della scala del colore:

D – Bianco extra eccezionale +

E – Bianco extra eccezionale 

F – Bianco extra +

G – Bianco extra 

H – Bianco 

I – Bianco leggermente sfumato 

Gli altri colori fino alla lettera Z si avvicinano tutti sempre di più al giallo.

PUREZZA – CLARITY

Il diamante, nascendo da carbonio invecchiato, può presentare dell impurità ovvero atomi di carbonio che non hanno subito modificazione cristallina. Le impurità possono essere impercettibili, visibili solo da un esperto al microscopio, oppure visibili con lente da orafo, oppure possono essere delle piccole impurità di colore nero visibili anche ad occhio nudo. La scala delle impurità, analogamente a quella per i colori, viene rappresentata con delle sigli alfa-numeriche; è ovvio che più un diamante è bianco più è alto il suo prezzo e il suo valore.

Di seguito riportiamo le prime posizioni della scala del colore:

IF – Massimo della purezza: nessuna inclusione, oppure inclusioni difficilmente visibili ma insignificanti;

VVS1-VVS2 – Altissimo grado di purezza: piccolissime inclusioni molto difficili da individuare a 10x; 

VS1 – VS2 – Grado di purezza medio: piccole inclusioni molto difficili da individuare a 10x;

SI1-SI2 – Grado di purezza basso: piccole inclusioni visibili  10x;

I1, I2, I3 – Ultimo grado di purezza: inclusioni visibili a occhio nudo e vengono percepite come macchioline nere all’interno della pietra.

CARATI – CARAT

I carati sono l’unità di misura del peso dei diamanti, ciascun carato pesa 0,20 grammi. Ad esempio, se vogliamo sapere il peso di un diamante da cinque carati è 1 grammo.

Va da se che più grande sarà il diamante maggiore sarà il peso e maggiore sarà anche il diametro della pietra.

A livello storico, fu solo all’inizio del 1.900 che il peso in carati fu associato al sistema metrico decimale, che oggi viene utilizzato globalmente. I carati (abbreviato in ct) possono essere suddivisi in centesimi detti punti. Ovvero un diamante da 1 carato sarà da 100 punti, mentre 0,20 ct equivarrà a 20 punti e così via. Il carato può essere suddiviso anche in grani (grains) che è un’unità di misura delle perle, 1 carato equivalgono a 4 grani.

Informazioni aggiuntive

Materiale Oggetti

Oro bianco 18 Kt

Misura Anello

10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 6, 7, 8, 9